sabato 9 settembre 2017

buon compleanno cucciolo


Buon primo compleanno amore di zia,angioletto nostro,è già passato un anno da quando sei venuto al mondo,non è stato facile per te, soprattutto nei primi mesi dove un neonato dovrebbe conoscere solo l'amore della sua mamma e del suo papà,quell'amore che a te è stato negato,ma nonostante tutto tu sei qui solare e allegro ,con un sorriso per tutti e con il nostro amore,il mio, di zia Silvia e soprattutto dei tuoi nonni.
Non sarà facile neanche il futuro ma il nostro amore ti accompagnerà in ogni giorno della tua piccola vita e anche se forse non sarà la stessa cosa saremo quanto di più simile ad una mamma e un papà possa esserci.
Adesso però è il momento di festeggiare il tuo compleanno tutti insieme e che pensavate che non la faceva zia Daniela una torta decorata in pasta di zucchero con il tuo personaggio preferito?E allora che il tema della festa sia Topolino,sui piatti bicchieri  e bandierine,sulle tovaglie e sui palloncini che ancora mi girano per casa e topolino pure sulla torta.
Non ho molte foto della festa e nessuna del giardino addobbato con i palloncini,ma io ero talmente stanca che non ne ho fatte e anche quelle della torta non sono granchè,le poche foto delle cose preparate sono state fatte di fretta oppure non sono state proprio fotografate,pazienza,c'erano sandwich con salumi, panettoni gastronomici,pure loro con le orecchie di topolino per rimanere in tema,focaccia farcita di tonno e carciofini,pizze varie,porchetta e verdure gratinate.Per i dolci una cheesecake ai mirtilli,una crostata morbida con ricotta e marmellata,bicchierini di panna cotta vaniglia e lampone,maritozzo con nutella a forma di uno e la torta di topolino.

Torta allo yogurt e frutta sciroppata
(Per una torta da 30cm di diametro)
Ho preferito usare come base dei dischi di pasta biscotto invece del pan di spagna per avere una torta più strutturata che sostenesse bene il peso del dummy,quindi 4 dischi di pasta biscotto con 3  strati di farcitura con crema di yogurt e frutta,bordato il tutto con una striscia sempre di pasta biscotto  e ricoperto il tutto con pasta di zucchero.

Per una base di pasta biscotto:
  • 4 uova
  • 80g di zucchero
  • 80g di farina per dolci
  • 30g di fecola
  • limone grattugiato e vaniglia
Separare i tuorli dagli albumi,  montare i tuorli con metà dello zucchero e l'aroma scelto fino a ottenere un composto soffice e spumoso,gli albumi montarli con il restante zucchero a neve ferma ma non troppo soda.Setacciare le farine e aggiungerle ,alternando con gli albumi,alla montata di uova mescolando con delicatezza per non smontare il composto,dall'alto verso il basso.Foderare una teglia di 32x40cm con della carta forno risalendo anche sulle pareti e versare la montata livellando con una spatola,infornare a 200°C per 7-10 minuti massimo,capovolgere la pasta biscotto appena uscita dal forno su di un canovaccio ,staccare la carta forno e far raffreddare.
Ripetere per altre 4 volte e ritagliare da ogni base un disco da 28cm di diametro,i ritagli li possiamo congelare e usare per delle monoporzioni.

Per la crema di yogurt:
  • 750g di panna vegetale o fresca
  • 750g di yogurt greco
  • 165g di zucchero a velo
  • 13,5g di colla di pesce
  • 9 cucchiai di succo di arancia
  • 1 e mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 barattolo di ananas sciroppato
  • 1 barattolo di pesche sciroppate
  • 1 barattolo di albicocche sciroppate
Per prima cosa tagliare a cubetti molto piccoli la frutta sciroppata e farla scolare. Riunire in una ciotola lo yogurt,mezzo bicchiere circa di panna,lo zucchero a velo,la vaniglia e mescolare il tutto.Idratare i fogli di gelatina e scioglierla nel succo di arancia filtrato e riscaldato, incorporarla velocemente alla crema di yogurt.Montare la panna,  unirla alla crema delicatamente e aggiungere la frutta sciroppata.

Per la bagna:
Il succo della frutta sciroppata e liquore Strega quanto basta.

Montaggio della torta:

Dividere in tre strisce una base di pasta biscotto.
Procedere come da foto sopra, a foderare con un disco di pasta biscotto da 28cm  e le strisce ,un anello regolabile(aperto fino ad avere 30cm di diametro )rivestito con fogli di acetato,spennellare con la bagna preparata la base e le pareti  e fare un primo strato di crema di yogurt e frutta dosandola con una sacca da pasticcere(più o meno 750g di farcitura per ogni piano),proseguire per altri due strati e terminare con un disco di pasta biscotto.

Tenere in forma per alcune ore,meglio per tutta la notte e poi capovolgere così da avere la parte superiore bella diritta,coprire con panna vegetale montata e poi con la pasta di zucchero(1kg e mezzo circa per ricoprire la torta e il vassoio,anche meno se del vassoio rivestiamo solo la parte che si vede).
Procedere con le decorazioni e conservare in frigorifero, appoggiare il topper sulla torta solo al momento del servizio.
Noi eravamo una trentina di persone e ne è avanzata molta,la fetta è molto alta ,quindi 30-35 porzioni si fanno tranquillamente.




martedì 29 agosto 2017

Panna cotta alla vaniglia e fragola

Un dolce al cucchiaio un po' vintage ma sempre buonissimo ,ricordo ancora quando una trentina di anni fa, a Brescia,lo assaggiai per la prima volta,fu subito amore e non mi sono data pace fino a quando non sono riuscita a rifarlo,allora non c'era internet dove con un click trovi tutte le ricette che vuoi,ho dovuto circuire il gestore del ristorante per farmi dire gli ingredienti che sono giusto quattro,panna, zucchero , colla di pesce e vaniglia.Di colla di pesce a quei tempi ce ne era si e no di un solo tipo che oggi neanche si trova più e il gestore appunto non mi ha detto quanti grammi bisognava metterne,quindi dopo varie prove per ottenere la giusta consistenza è stato il dolce di fine pasto perfetto per moltissimi anni, poi è entrato nel dimenticatoio sostituito da dolci più elaborati grazie all'avvento di internet e la generosità di grandi pasticceri.
Ma la panna cotta è quel dolce che ti rimane nel cuore con la sua semplicità,con il suo candore , la sua cremosità e il suo gusto delicato,se ci aggiungiamo poi una rossa colata di frutti di bosco o di cioccolato fuso il successo è sicuro.
Dopo tanti anni l'ho rifatta ma invece della solita monoporzione da sformare  l'ho proposta in bicchierini in abbinamento ad una panna cotta alla fragola.
Ingredienti
Per la panna cotta alla vaniglia:
  • 500ml di panna fresca
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia(o 1 bacca di vaniglia)
  • 5g di colla di pesce
Per la panna cotta alla fragola:
  • 250ml di panna fresca
  • 100g di purea di fragola
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 3 g di colla di pesce
Per prima cosa mettere in ammollo con acqua fredda la colla di pesce per 10 minuti.Portare a bollore la panna con lo zucchero e l'estratto o la bacca di vaniglia(dopo aver raschiato i semini) se l'abbiamo usata,spegnere e togliere l'eventuale baccello.Unire la colla di pesce strizzata e mescolare fino a completo scioglimento.Prendere dei bicchierini(io ne ho usati 8-9 piccolini da 100ml circa)e formare un primo strato di panna cotta ,mettere a rassodare nel frizeer e nel frattempo preparare la panna cotta alla fragola procedendo allo stesso modo di quella alla vaniglia aggiungendo però anche la purea di fragola e farla raffreddare.
Appena la superficie della panna cotta alla vaniglia è rappresa versare sopra quella alla fragola,rimettere i bicchierini in frigo e far rassodare,la possiamo anche conservare in frizeer avendo l'accortezza però di mettere l'eventuale geleè di frutti di bosco o fragola solo dopo averli scongelati.
Ho letto su un blog di riscaldare solo una piccola parte di panna per far sciogliere la colla di pesce,in questo modo il gusto della panna rimane inalterato,proverò sicuramente anche così.

     



mercoledì 2 agosto 2017

Gelato alla vaniglia variegato al lampone e piccole meringhe

 Non so se la gelatiera dopo 10 anni di onorata carriera mi stia lasciando,l'ho appena ripresa dall'assistenza e già oggi fa le bizze di nuovo.Io intanto mi porto avanti e visto che in archivio ci sono foto di gelati della scorsa estate ne approfitto per mettermi in paro.
Mi avanzano sempre tanti albumi dalla preparazione dei gelati e quindi ogni tanto preparo qualche meringa, a volte ne faccio anche di piccolissime come quelle usate in questo gelato.Di polpa di lampone ,fragole o frutti di bosco ne ho sempre in congelatore quindi dopo aver preparato il gelato alla vaniglia ho deciso di variegarlo con la salsa di lamponi e qualche meringa sbriciolata.

Ingredienti
  • 500g di base bianca(ricetta qui o qui)
  • 100g di panna fresca
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 200g(più o meno)di polpa di lamponi
  • 5 cucchiaini di zucchero
  • 3 cucchiaini di destrosio
  • 1 cucchiaino di glucosio
  • qb di meringhe(ricetta qui)

 Procedimento
Preparare la base bianca procedendo come descritto nel link e aggiungendo la panna che si trova tra gli ingredienti e la vaniglia.Dopo averla fatta maturare in frigo per diverse ore(anche il giorno prima)versarla nella gelatiera e mantecare,nel frattempo avremo sciolto lo zucchero, il destrosio e il glucosio in poca polpa di lamponi , portiamola sul fuoco e appena è tutto sciolto bene aggiungere il resto della polpa di lamponi ,conservare in frigo.
Appena il gelato è pronto versarne un po' in una vaschetta, variegare con la salsa ai lamponi e sbriciolare sopra qualche meringa, procedere così per altri due strati e far compattare in frigo.
La salsa di lamponi con il glucosio e il destrosio rimane sempre morbida e non congela nel gelato. 


sabato 15 luglio 2017

Spaghetti con le vongole e datterini


 E' passato più di un mese dalla mia ultima ricetta ,mi ripropongo sempre di metterne almeno una a settimana e invece le pause tra una ricetta e l'altra sono sempre più lunghe e il caos regna tra il mio archivio fotografico e i mille foglietti svolazzanti.
Questa è sicuramente la millesima ricetta di spaghetti con le vongole presente nel web, e da oggi ci sarà pure come la faccio io,senza aglio perchè a mia figlia non piace ma ugualmente buonissima.
Ingredienti 
(per 2 persone)
  • 800g di vongole
  • 8-10 pomodorini datterini
  • 200g di spaghetti
  • prezzemolo 
  • peperoncino
  • olio extra vergine 
  • scalogno(o aglio)
  • vino
  • pepe

Lavare bene le vongole e metterle a bagno con acqua e sale per un paio di ore almeno per farle spurgare dalla sabbia.
Sciacquarle e metterle in un tegame, coprirle e a fuoco vivace farle aprire muovendole ogni tanto,pulire le vongole dai gusci lasciandone da parte un terzo circa,lavarle con acqua per togliere l'eventuale sabbia e filtrare l'acqua di cottura delle vongole,basterà travasarla delicatamente due tre volte e la sabbia, se c'è, rimarrà sul fondo del contenitore.
In una padella soffriggere un pezzetto di scalogno(ci andrebbe l'aglio) con olio e peperoncino a piacere,tagliare i pomodorini a metà e farli cuocere per 7-8 minuti,aggiungere le vongole con il guscio lasciate da parte,sfumare con il vino e farlo evaporare,poi aggiungere le vongole sgusciate e l'acqua di cottura,far andare per altri due minuti e spegnere.Cuocere gli spaghetti molto al dente e versarli nel tegame con le vongole,farli saltare nel tegame portando a termine la cottura,pepare a piacere,aggiungere un filo di olio e prezzemolo tritato,spegnere e servire.

domenica 11 giugno 2017

Torta di ciliegie


 Se ti regalano delle bellissime ciliegie,di quelle grandi grandi e rosso scuro e dolcissime che quando le mangi scrocchiano sotto i denti e sono anche tante che ci fai?Sicuramente me le mangio,ma tutte no sicuramente se vogliamo evitare un mal di pancia. Perciò mi sono messa a spulciare il web alla ricerca di un dolce da fare con le ciliegie e ci ho messo due giorni per decidere quale fare da tante che mi invogliavano,poi visto che avevo della farina di mandorle da consumare ho deciso per questa,ho aumentato la quantità delle ciliegie e sostituito l'olio con il burro,aggiunto un po' di fecola ed eccola quà la mia torta di ciliegie buonissima,aumenterei solo un pochino lo zucchero,mi è sembrata poco dolce.

Ingredienti
(per una teglia da 26cm di diametro)

  • 200g di farina 00 per dolci
  • 50g di fecola di patate
  • 100g di farina di mandorle
  • 150g di zucchero
  • 3 uova grandi
  • 400g di ciliegie(io ho usato i duroni)
  • 100g di burro
  • 70g di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • estratto di vaniglia
  • 2 cucchiaini di pasta di limone(o limone grattugiato)
  • un pizzico di sale
Procedimento:
Lavare e denocciolare le ciliegie,miscelare le farine con il lievito,fondere il burro nel microonde(o sul fornello).Con la planetaria o fruste elettriche montare le uova con lo zucchero,il sale e la pasta di limone per 5 minuti fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso,aggiungere a filo il burro fuso sempre montando e per ultimo il latte.
Setacciare la farina direttamente nella ciotola in tre volte e con una spatola mescolare delicatamente il composto,versarlo nella teglia imburrata e sopra appoggiare le ciliegie denocciolate leggermente infarinate, affondandole  un pochino(si può evitare di infarinarele ciliegie,la torta non è molto alta e le ciliegie non scendono sul fondo).

 Infornare in forno preriscaldato a 175C° per 30-35 minuti,se dovesse colorire troppo in superficie coprire con un foglio di alluminio,verificare la cottura con uno stecchino ,sfornare e far raffreddare su una gratella.
Sformare e spolverare con zucchero a velo e decorare con delle ciliegie.


mercoledì 31 maggio 2017

Ciambellone bicolore con yogurt alla nocciola


 Un dolce semplice ma che sa di buono ,che profuma di ricordi,del ciambellone di mamma,ho preso una sua ricetta come linea base e poi l'ho completamente stravolta,avevo anche uno yogurt alla nocciola in scadenza e ho messo dentro pure quello,inutile dire che si può usare anche uno yogurt bianco,magari mettendo dentro come aroma anche della buccia di limone grattugiata o del liquore,oltre alla vaniglia.
Ingredienti:
  • 300g di farina 00 per dolci
  • 100g di fecola di patate
  • 250g di zucchero
  • 4 uova
  • 1 yogurt alla nocciola(o bianco)
  • 1 bicchiere (dello yogurt)di olio di semi di mais
  • 1/2 bicchiere(dello yogurt)di latte
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • 1 e 1/2 cucchiaio di cacao più due cucchiai di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • granella di zucchero 
  • gocce di cioccolato
Accendere come prima cosa il forno a 175°C.Separare le uova e montare(con le fruste elettriche o in planetaria) i rossi con lo zucchero,aggiungere poco olio e continuare a montare,aggiungere lo yogurt,la vaniglia e l'olio rimanente ,per ultimo versare il latte sempre montando.Setacciare la farina e la fecola con il lievito e mescolarle con una spatola alla montata di tuorli,montare a neve anche gli albumi e aggiungerli delicatamente al composto senza smontare.
Dividere in due parti più o meno uguali , ad una parte aggiungere il cacao e mescolare.
Imburrare e infarinare uno stampo ad anello di 30cn di diametro e versare l'impasto bianco,cospargere la superficie con qualche goccia di cioccolato,prendere l'impasto al cacao e versare anche questo nello stampo sopra a quello bianco,con la punta di un coltello formare delle spirali nei due impasti.Spolverare con granella di zucchero,gocce di cioccolato e zucchero semolato.
Infornare per 45 minuti circa controllando la cottura con uno stecchino.


sabato 29 aprile 2017

Millefoglie diplomatica con mascarpone e nido di cioccolato bianco


Come mio solito e per non smentirmi,eccomi qui ancora una volta in ritardo con una ricetta a tema pasquale quando ormai la Pasqua è passata da settimane,ma tanto se togliamo il nido con gli ovetti ,i fiorellini che rimangono fanno tanto primavera.
E' una torta fatta di fretta e si vede,le foto fatte con ancora più fretta e buttate li,proprio inguardabili(in foto la copertura di panna montata è tutta butterata ,in realtà era liscia)  ma di tempo non ne avevo proprio e questo è il risultato però la torta è buona e l'dea carina.
La pasta sfoglia l'ho comperata e cotta il pomeriggio del giorno prima,così come pure la crema pasticcera e la pasta biscotto,la mattina del giorno di Pasqua ho assemblato il tutto e ricoperto con panna montata poi un salto in giardino e ho raccolto qualche fiore.

Ingredienti
Per la pasta biscotto:
  • 6 uova
  • 120g di zucchero
  • 120g di farina per dolci
  • 1 cucchiaino di pasta di limone o buccia grattugiata di limone
Per la crema pasticcera al mascarpone:
  • 800ml di latte
  • 200g di zucchero
  • 8 tuorli 
  • 105g di farina per dolci
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • buccia di limone
  • 500g di mascarpone
  • 90g di zucchero a velo
Inoltre:
3 rotoli di pasta sfoglia rettangolare,1kg di fragole,700g di panna montata,liquore strega,burro di cacao in polvere,80g di cioccolato bianco,ovetti di cioccolato colorati.

Procedimento
Nido di cioccolato:
La sera prima della preparazione del nido di cioccolato mettere una teglia o una lastra di marmo in congelatore.Sciogliere due terzi di cioccolato bianco tritato nel microonde e portare la temperatura a 45°C,aggiungere il restante cioccolato e far scendere la temperatura a 29°-30°C,versare la cioccolata in un conetto di carta forno,tagliare la punta del conetto e velocemente far scendere dei fili sulla teglia appena tirata fuori dal congelatore far rapprendere leggermente,raccogliere i fili e chiudere a nido.
Il giorno precedente l'assemblaggio della torta preparare la pasta biscotto,la crema pasticcera e cuocere la pasta sfoglia.
Pasta biscotto:
Separare i tuorli dagli albumi,  montare i tuorli con lo zucchero e la pasta di limone, fino a ottenere un composto soffice e spumoso,montare anche gli albumi a neve ferma ma non troppo soda.Setacciare la farina e aggiungerla ,alternando con gli albumi,alla montata di uova mescolando con delicatezza per non smontare il composto,dall'alto verso il basso.Foderare una teglia di 32x40cm con della carta forno risalendo anche sulle pareti e versare la montata livellando con una spatola,infornare a 200°C per 7-10 minuti massimo,capovolgere la pasta biscotto appena uscita dal forno su di un canovaccio e staccare la carta forno, una volta raffreddata avvolgere con pellicola.

Crema pasticcera:
Montare brevemente i tuorli con lo zucchero,poi mescolando unire la farina e il latte bollente a filo,la vaniglia e la buccia del limone,portare la crema sul fuoco a fiamma bassa, fare addensare e portare a cottura mescolando sempre per almeno 8-10 minuti(la farina deve cuocere),regolare la densità aggiungendo poco latte se dovesse essere troppo densa,coprire con pellicola a contatto e far raffreddare.

Pasta sfoglia:
Adagiare la pasta sfoglia con la sua carta su una teglia da forno,bucherellare la superficie con una forchetta,pennellare con uovo sbattuto (io la pennello solo con latte) e cospargere con lo zucchero semolato,infornare a 200°C per 10 minuti.Sfornare e spolverare subito con burro di cacao in polvere per proteggerla dall'umidità e mantenerla croccante,  far raffreddare e coprire con pellicola.

Il giorno dopo assemblare la torta:
Io ho cotto tre basi di sfoglia perchè non erano molto grandi quindi ho tagliato da una base una striscia per avere la dimensione di un rettangolo di 24 x 34 circa(tagliare un'altra striscia anche per la seconda base).
Sbattere 450g circa di mascarpone con lo zucchero a velo e unirlo alla crema pasticcera fredda.
Rifilare la pasta biscotto nella misura della pasta sfoglia.
Lavare le fragole lasciandone qualcuna della stessa grandezza per la decorazione finale.Tagliarne 200g o poco più a dadini piccolini e condirli con un po' di zucchero e far macerare per una mezz'ora poi metterle in un colino a scolare per avere il succo di fragola per la bagna.
Prendere il vassoio su cui poggia la torta e sporcarlo con un cucchiaio di crema al centro(così la pasta sfoglia non scivola via e rimane ben ferma),appoggiare sopra la base di sfoglia grande e vicino mettere anche la striscia tagliata dalla terza base ,sempre fissata con un po' di crema.
Dividere la crema in due parti,prendere la prima parte di crema e spalmarne una metà sulla base di sfoglia,affettare le fragole e distribuirle ordinatamente sulla crema,coprire con la crema rimanente della prima parte e distribuire sopra metà delle fragole a dadini messe a macerare.

Allungare il succo delle fragole con poca acqua e il liquore Strega a piacere,bagnare un lato della pasta biscotto e appoggiarlo sopra le fragole comprimere leggermente e bagnare con il succo di fragola anche la parte superiore,distribuire le rimanenti fragole a dadini e sopra mettere una metà della seconda parte di crema,distribuire le fragole affettate e coprire con la crema rimanente,chiudere con la base di sfoglia e comprimere leggermente.
Montare mezzo litro di panna con un cucchiaio di zucchero a velo e coprire tutta la torta livellando bene.
Montare la rimanente panna con il mascarpone e un po' di zucchero,metterla in una sac a poche con bocchetta spizzata e decorare la torta con delle virgole di panna,le fragole tagliate in quattro spicchi e dei fiorellini e petali a piacere.




venerdì 14 aprile 2017

Pizza di formaggio e noci di Fabiola

 Fabiola è la titolare di un negozio di articoli per la casa e tutto per il cake design,da lei ho fatto,qualche anno fa,un corso e a pranzo ci ha preparato tante buone cose tra cui questa pizza di formaggio che mi è piaciuta tantissimo.Mi sono fatta dare logicamente la ricetta e oggi spulciando tra le vecchie foto  è spuntata lei,decidere di pubblicare la ricetta è stato un attimo,altrimenti sarebbe passato un'altro anno sicuramente.
Diversamente dalla pizza di Pasqua fatta con lievito di birra o madre e lunghe lievitazioni ,questa è fatta con lievito in polvere per torte salate quindi semplice e veloce,che non guasta. 
Si può mangiare così da sola o insieme a degli affettati,perfetta per il giorno di Pasquetta e le gite fuori porta. 

Ingredienti
(per una teglia da 24-26cm di diametro)
  • 3 uova
  • 300g di farina (per panettone Molino della Giovanna)
  • 1/2 bicchiere di carta di olio di semi
  • 1 bicchiere di carta di latte intero
  • 100g di parmigiano
  • 100g di pecorino romano
  • 100g di emmental a dadini
  • una grattatina di noce moscata
  • qb di limone grattugiato
  • qb di noci a pezzetti
  • 1 bustina di lievito in polvere per torte salate(Pizzaiolo)

Io ho impastato nella planetaria con la foglia,ma si può fare semplicemente anche in ciotola a mano.Inserire prima le uova ,l'olio e il latte,mescolare e poi aggiungere i formaggi grattugiati,le noci a pezzetti,la noce moscata e il limone grattugiato,mescolare brevemente e per ultimo versare la farina con il lievito setacciati.
Impastare fino a quando tutto è ben amalgamato e versare in uno stampo a ciambella, preventivamente imburrato ed infarinato, di 24-26cm di diametro,logicamente con lo stampo da 26 verrà leggermente più basso.
Infornare in forno statico a 180°C per 30 minuti, poi per altri 10 minuti ventilato.

domenica 19 marzo 2017

Vellutata di topinambur alla salvia con nocciole



La Primavera è alle porte,nel mio giardino sono nate viole mammole e del pensiero,le primule e le margherite,le calle si stanno preparando e le siepi sono tutte un germoglio,il prunus è tutto pieno di fiorellini rosa ed io inizio ad aver voglia di piatti freschi,ma ho tante ricette invernali ancora da aggiungere al mio ricettario virtuale che come al solito aggiornerò l'anno prossimo ,forse...
Tra le tante oggi ho scelto una vellutata,ci piacciono molto le vellutate,di zucca,zucchine,zucchina spinosa,patate viola,insomma un pò con tutte le verdure e ortaggi,il topinanbur ricorda molto il sapore dei carciofi,la consistenza invece è simile a quella della patata.
Questa ricetta l'ha vista mia figlia nel blog di GnamBox,io l'ho rifatta tale e quale tranne per l'aglio che non usiamo e poco scalogno . 
 Ingredienti per 4
  • 800g di topinambur
  • 600g di patate
  • 50g di nocciole
  • 1 scalogno
  • qb di salvia 
  • 1 rametto di rosmarino
  • 4 cucchiai di yogurt
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Portare a bollore dell'acqua salata con 2 rametti di salvia da usare come brodo di cottura,pulire le patate e il topinambur e tagliarli a cubetti.In una pentola con olio far rosolare lo scalogno a pezzetti con un rametto di rosmarino e uno di salvia,unire le patate e il topinambur dopo aver tolto i rametti aromatici e far rosolare per qualche minuto,coprire a filo con l'acqua aromatizzata con la salvia e cuocere per circa mezz'ora o fino a quando le verdure sono morbide.
Frullare il tutto fino ad ottenere una crema,aggiustare la consistenza aggiungendo altra acqua aromatizzata o facendo asciugare sul fuoco a secondo della densità che ci piace.Nel frattempo rosolare in una padella alcune foglioline di salvia con le nocciole tagliate a metà.
Servire la velluta ben calda con un cucchiaio di yogurt messo al centro del piatto,le nocciole tostate le foglioline di salvia e un filo di olio.


sabato 11 marzo 2017

Rana pescatrice(o coda di rospo) al forno con patate


Per San Valentino anche quest'anno mia figlia si è dedicata a cucinare per il suo ragazzo e anche se in ritardo pubblico questa ricetta molto gustosa, che tanto non dobbiamo mica aspettare la festa degli innamorati per cucinarla,basterà evitare di  tagliare le patate a cuore.
Non ricordo il peso del pesce,era molto grande(forse 1 kilo e 800g) ma la rana pescatrice è tutta testa in cui c'è poco da mangiare,rimane il corpo che se mangiato dopo altri piatti è sufficiente per tre-quattro persone,altrimenti ci mangiano giusto in due,volendo si possono comprare solo le codine più piccole.Noi non usiamo aglio e abbiamo messo lo scalogno,ma a chi piace lo può sostituire tranquillamente.

Ingredienti
  • 1,800kg di rana pescatrice
  • 15 pomodorini datterini piccoli
  • 10 olive verdi 
  • 10 olive nere
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 scalogno piccolo (o aglio)
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • due rametti di rosmarino
  • mezzo bicchiere di vino
  • sale e pepe
  • qb di olio extravergine
  • 1 kg di patate


Foderare con carta forno una teglia,massaggiare con olio sale e pepe il pesce e appoggiarlo dalla parte del dorso sulla teglia.Tritare il prezzemolo, lo scalogno e un rametto di rosmarino,cospargere il tutto sul pesce,aggiungere i capperi, le olive e i pomodorini tagliati a metà,irrorare con un filo di olio e infornare a 200°C per 30 minuti,a metà cottura aggiungere il vino,irrorare ogni tanto il pesce con il liquido di cottura.
Tagliare a cubetti le patate,condirle con olio, sale,pepe e rosmarino,cuocerle in padella e quando sono belle dorate e cotte aggiungere il liquido di cottura del pesce e farlo assorbire tutto dalle patate.
Porzionare il pesce e servirlo accompagnato dalle patate , se vogliamo dargli un tocco più piccantino tagliamo le patate a fette e poi con un tagliabiscotti ricaviamo i cuori che faremo dorare in padella con una spolverata di paprika o peperoncino in polvere.

lunedì 27 febbraio 2017

Arancini di Carnevale


Domani è Carnevale,ultimo giorno per friggere frittelle, bombe, ciambelle,cicerchiate,castagnole e chi più ne ha più ne metta,l'elenco dei fritti carnevaleschi è infinito.Mercoledì inizia la Quaresima e di tutti questi dolci io contemplerò solo le foto e aspettare il prossimo anno sarà lunga.
Intanto aggiorno la sezione fritti dolci con gli arancini,questa è la ricetta della mia mamma,risale a tantissimi anni fa quando ancora si usava nei dolci la margarina e quantità enormi di lievito di birra,nel suo quaderno è scritta così e io l'avevo ricopiata tale e quale anche se poi usavo il burro.Nella ricetta di mamma il lievito era un panetto,cioè 25g,ma ne ho un'altra dove il lievito era 50g per 700g di farina.Non so perchè se ne usasse così tanto,forse perchè una volta le case erano fredde e riscaldate solo da una stufa ,quindi tanto lievito permetteva una lievitazione veloce,ma è solo un mio pensiero.
Io ne ho usato 12g ma perchè avevo fretta di farle,mi sono decisa alle undici di ieri mattina e per le tredici erano pronte da portare a casa di mia sorella,quindi ne possiamo usare anche 10g avendo più tempo.   

Ingredienti
  • 2 uova grandi
  • 50g di burro
  • 12g di lievito di birra(anche 10g)
  • 500g di farina 00 per dolci(+ un cucchiaio)
  • 200g di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 arancio molto grande(o 2 normali)
  • 1 limone
  • 180-200g di zucchero semolato
  • qb di olio di semi di arachide per friggere
Procedimento

Versare nella ciotola della planetaria(si può impastare tranquillamente anche a mano) le uova,la farina,il burro sciolto,lo zucchero e la vaniglia,il lievito sbriciolato e il latte,impastare per qualche minuto e inserire anche il sale,continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio e non appiccicoso ma morbido,nel caso aggiungere un cucchiaio di farina(in totale ho impastato una quindicina di minuti).
Trasferire l'impasto sulla tavola spolverata con farina,formare una palla,coprire e far riposare per 15-20 minuti.
Nel frattempo grattugiare l'arancio e il limone e mescolarli insieme allo zucchero semolato.
Dividere in due la palla e stendere la pasta in un rettangolo spesso mezzo centimetro,distribuire sul rettangolo metà dello zucchero con gli agrumi e arrotolare.Tagliare a fette spesse 1 cm circa,io ho tagliato il rotolo con filo da cucito,come nella foto sotto,perchè con il coltello mi si appiccicava ma ognuna adotta il sistema che più gli piace.
Posizionare le rondelle di pasta su di una teglia foderata di carta forno,coprire con un telo e passare al secondo pezzo di pasta,procedere come per il primo.
Scaldare l'olio di semi e friggere a fuoco medio le rondelle tagliate per prime.
Volendo,si possono cuocere al forno facendole lievitare un po' di più.
Lo zucchero può sembrare troppo,ma non lasciamoci tentare dal non metterlo tutto,io l'ho fatto ma poi non erano molto dolci,perchè poi in cottura lo zucchero si scioglie e caramellizza tutto nel'olio.
Se friggiamo gli arancini non serve far lievitare le rondelle,giusto il tempo di preparare il secondo rotolo e il primo è pronto da friggere.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...